RITA'S LIVING ROOM

Diplomate presso la UQAM a Montreal e all’ ECAL di Lausanne, in design grafico e industriale, Karine Corbeil e Stéphane Halmai – Voisard hanno creato lo studio Rita nel  2004.
Il loro obiettivo è quello di avvicinarsi alle persone con un funzionalismo giocoso, con l’attenzione e l’attaccamento alle tradizioni del Québec. Questo si traduce nell’utilizzo del legno, giacche, quadri e stivali Sorel.
Questa istallazione (di qualche anno fa), che un un pò sembra una casa delle bambole a grandezza naturale, si basa sul concetto di voler rappresentare lo stile tipico di una zona giorno delle case del Québec. Volendosi discostare un po’ dall’idea del classico comfort che si trova in tale ambiente, qui tutto è stato disegnato su parallelepipedi di legno. L’effetto è molto particolare, subito saltano all’occhio le forme sinuose dei mobili disegnati in stile, ma successivamente la mente richiama l’attenzione per sottolineare la scomodità della reale struttura degli oggetti. Lo studio ha voluto in qualche modo simboleggiare un pò la libertà e il discostamento dagli elementi di design, e rendere questi spazi più "reali" e modesti.
 
Diplomate at UQAM in Montreal and at ECAL in Lausanne, in graphic and industrial design, Karine Corbeil and Stéphane Halmai - Voisard have authored the study Rita in 2004.
Their goal is to get closer to people with a playful functionalism, with the attention and attachment to the traditions of Quebec. This results in the use of wood, jackets, paintings and Sorel boots .This installation, a kinda looks like a dollhouse -size, is based on the concept of wanting to represent the style of a living area of homes in Quebec. Wishing to deviate a little ' idea of the classic comfort you in that environment, everything here has been drawn on blocks of wood. The effect is very special, you will immediately notice the sinuous lines of furniture designed in style, but then the mind draws attention to emphasize the discomfort of the actual structure of the objects. The study wanted to somehow symbolize freedom and a little deviation from the design elements, and make these spaces more "real" and modest.

0 commenti:

Posta un commento

 


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica e non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. I contenuti dei post sono il frutto della libera manifestazione del mio pensiero, mentre quanto scritto nei commenti è di responsabilità dei rispettivi autori. Le fotografie e le immagini pubblicate sono di proprietà dell'autore o tratte da internet e valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse i diritti d’autore, si prega di contattarmi affinché provveda a rimuoverle.

Facebook

Instagram